CarWash gruppo musicale.
Mette insieme il meglio del rock '70'80 sia straniero che italiano.

Membri del gruppo:

Roberto Murari         Saverio Sartori          Sergio De Scolari     Silvano Samaretz     Valentino Stenghel
(guitar,vocals)          (guitar, vocals)           (drums)                      (keyboards, vocals)   (bass)
               


 

Roberto Murari

Il mio primo approccio con la musica lo vivo fin da bambino quando incomincio ad accompagnare con la chitarra mio padre che suona il mandolino in un gruppo locale chiamato “la Bisca”,
Successivamente prima al liceo e poi all'università ho la fortuna  incontrare dei bravissimi chitarristi, tra i quali Gianni Berlanda di Pergine, detto “Bruco”, che hanno la pazienza di insegnarmi le prime scale ed i primi accordi del rock.
Il mio esordio pubblico, favorito dall'amico e compagno universitario Gianfranco Nicolini,  è con il gruppo “I Gitani” sempre di Pergine; con loro suono per molti anni girando locali e balere con un repertorio che spazia dal sudamericano, allo swing ed al liscio.
Un salto di qualità lo ottengo col il gruppo “Lavaggio Rapido” grazie soprattutto alla maestria dell'organista Bruno Bianco di Verona.
Dopo questa esperienza ho un periodo di transizione nel quale collaboro come chitarrista con il gruppo “Macchie Solari” di Caldonazzo.
Altro momento importante della mia carriera di musicista lo vivo con la formazione chiamata “Sete Soto”, composto da otto elementi tra i quali una splendida sezione fiati capitanata dal grande amico e clarinettista Giorgio Mattioli; con loro affrontiamo quasi tutti i generi musicali di quel periodo; i pezzi cardine comunque sono le covers dei Blues Brothers.
Con “La Quarta Pagina”, forti dell'esperienza e dell'estro del bassista Sandro Manente, produciamo musica propria.
In seguito mi unisco all'amico tastierista Silvano Samaretz e con il duo “Roberto e Silvano” affrontiamo concerti e serate musicali tipo piano bar, feste campestri e musiche d'ascolto.
Per finire molto importante è l'esperienza con il gruppo “Prosdocimus”; la fisarmonica di Flavio Conci mi ha portato a conoscere musiche etniche internazionali ed a poter esprimermi con altri strumenti tipo il mandolino, il bouzouki ed il flauto traverso.
Nel 2008:  Buskers Trio con Saverio e Luca.  Musiche in chiave acustica con riferimento agli anni '70-'80.
Ora: CARWASH!

Saverio Sartori

A 16 anni (1956) il mio primo contatto una vecchia chitarra trovata in casa; appena   qualche accordo, seguendo gli spartiti delle canzoni più in voga.
In quegli anni la radio cominciava a trasmettere in maniera massiccia la musica Rock, Rhythm & Blues e Soul che arrivava dall'Inghilterra e dagli U.S.A. e fu amore al primo ascolto.
Nel 1967 il primo “complessino”con alcuni coetanei; come amplificatori si usavano le vecchie radio, quelle con l'involucro in legno sottratte alla polvere delle soffitte; il risultato era che, ad ogni prova, qualche apparecchio si bruciava lasciando una spessa cortina di fumo... In seguito, con la firma di qualche cambiale, riuscimmo ad avere qualche vero amplificatore.
Il servizio militare non ha interrotto l’impegno musicale; si suonava nel tempo libero con un gruppo di commilitoni assai bravi.
Nel 1976 ho iniziato a suonare il basso elettrico che è rimasto per molti anni il mio strumento principale.
Mi piace qui ricordare i nomi dei vari gruppi dei quali ho fatto parte:  Cobra, Alfa48, Scarpe Grosse (periodo del militare), Lavaggio Rapido e Sete Soto.
Dopo la metà degli anni '80, per i motivi più vari, una lunga pausa, per riprende poi a suonare nel 2003. Stimolato da Roberto, già mio compagno in altri gruppi, sono entrato a far parte dei Prosdocimus, gruppo legato al ballo tradizionale che esegue in modo acustico musiche popolari di varia provenienza (Francia. Israele, Russia, ecc...).
Nel 2008 è nato il Buskers Trio composto da Roberto, Luca e dal sottoscritto e successivamente, rimasti in due, Roberto e Saverio, ovvero dopubleOne, duo acustico di chitarre.
Dal 2015 è iniziata una nuova esperienza: Car-Wash, una bella rock band!

Sergio De Scolari

Natale a 10 anni: papà, appassionato di musica, mi regala una fisarmonica.
Strimpello qualche anno, ma i prorompenti anni 60 mi fanno venire voglia di entrare in qualche gruppo, così mi faccio regalare una chitarra e mi cimento come autodidatta. Dopo qualche anno i risultati: entro a far parte di alcuni dei gruppi che a quell’epoca nascevano numerosi … “Mistic Quartet” …a Verona e  “New Chips” … a Caldonazzo, dove trascorrevo tutte le mie vacanze estive di quegli anni.
Fine anni 60: la grande occasione! Alle prove di un gruppo composto da alcuni amici chiedo di sostituire il batterista assente: grande stupore mio e di tutto il gruppo per la performance … è nato un amore che ancora oggi mi appassiona: la batteria.
Con momenti più e meno intensi, ho sempre continuato a suonare cimentandomi in diversi generi musicali e alternando i diversi amici appassionati come me della musica.
Dal rock con i “Cobra”, insieme anche all’amico Saverio, al liscio e balli da sala con “I Gitani” con l’amico Roberto, alla meravigliosa esperienza del “Lavaggio Rapido” dove all’Hammond c’era il mio compagno di banco a scuola Bianco Bruno, uno dei migliori tastieristi sulla piazza di Verona.
Arrivano poi gli anni 80. Da Verona mi trasferisco per lavoro a Rovereto ed entro nei “Motley”, un quartetto composto da elementi di grande esperienza e preparazione che mi permette di esplorare altri generi e di migliorare musicalmente.
A partire dal 2000, sempre partecipando a diversi gruppi, mi metto alla prova anche con generi come lo swing ed il jazz …., ma senza mai abbandonare il grande rock (!) che grazie ai “Car Wash” dal 2015 sono tornato ad assaporare.

Silvano Samaretz

In attivo musicalmente dalla tenera età di 8 anni, dopo 6 anni di scuola di musica inizio le prime performance con gli amici, nelle manifestazioni scolastiche e successivamente con le prime partecipazioni a concorsi musicali locali nei teatri. 
Insieme ad un gruppo di amici creo la band "Complesso di inferiorità" con cui vinceremo un concorso musicale arrivando primi. 
A metà degli anni 80 partecipando ad un concorso ci classifichiamo al terzo posto con un pezzo scritto dal gruppo. 
A fine anni ottanta partecipo a vari gruppi tra cui un'orchestra di liscio e poi approdando nella famosa band trentina Rising Power con la quale suonerò per diversi anni come tastierista e in alcuni pezzi come voce principale. All'interno di questa band farò le mie più importanti esperienze suonando sul palco con numerosi artisti famosi e partecipando a raduni rock di livello europeo. Sarà per me anche il periodo di crescita artistica maggiore. In questo ambito incontro il mio vero amore, l'organo Hammond, indispensabile per il tipo di musica suonata e riuscirò con molta fatica ad acquistarne uno originale con il quale suonerò per molti anni girando in lungo ed in largo con un furgone per caricare l'organo e relativo leslie. 
Nel frattempo avvio la mia collaborazione con Roberto Murari con cui suonerò per 25 anni e suono tutt'ora come duo in locali, feste campestri etc. 
Durante gli ultimi 20 anni suono anche da solista, piano e voce in giro per il territorio trentino e veneto. Dalla collaborazione artistica e dall'amicizia con Roberto Murari arriva la richiesta di partecipare a questo nuovo progetto: i CarWash con i quali attualmente suono come tastierista e voce, trovando un luogo a me congeniale, sia come affinità artistica e umana con i suoi componenti che come repertorio.


Valentino Stenghel

Alla fine degli anni '70 a Caldonazzo suonavano sul palco della piazza Municipio, gruppi notevoli... vedi alla voce “Lavaggio Rapido”, bravi vedi alla voce “Macchie Solari” e “i boci”.
I boci = “Onde Sonore”, ricalcando gli italianissimi nomi dei più grandi erano:
Enrico Angeli – chitarra e voce, Diego Conci – batteria, Gianni Conci – tastiere, Valentino Stenghel – basso. Suonavamo brani de “Le orme”, qualche pezzo strappalacrime (El Condor Pasa) con Gianni Conci alla tromba, Senza Luce dei Dik Dik ...   Questo l'inizio della mia avventura musicale.
Successivamente, più cresciuti e disgraziati, abbiamo voluto lanciarci su musica di nostra produzione (Enrico Angeli l'anima, noi gli arrangiatori) con un necessario cambio del nome del gruppo... Coma Special Band.
Pochi concerti ma molto divertimento. Pezzi originali con titoli impegnativi : Rachitica, Sbifida...
Proseguendo altra formazione: “Meconopsis blu”. Nome esotico per musica più ricercata. Sempre maggioranza di pezzi originali (sempre Enrico Angeli...) e qualche cover d'effetto (Caruso, Mare d'inverno).
Voce Michele Dalla Palma, chitarra Enrico Angeli, batteria Claudio Ischia, tastiere Hermann Tonezzer, basso Valentino Stenghel.
Altra importante formazione è stata poi I Fuori Orario.
Salto di qualità per affrontare brani impegnativi tra Rock e Fusion, che spaziavano da Lynyrd Skynyrd a Weather Report, da Matt Bianco a Simple Red.
Voce e chitarra Enrico Angeli, batteria Massimo Visintainer (Pisolo), tastiere Marco Lunz, basso Valentino Stenghel, altra voce e chitarra Enzo de Ruvo e pure al supersax Nicola Curzel.
Questo fino al '94.
Poi.... qualche anno di sospensione (21!) per iniziare la nuova avventura...
Da Novembre 2015 arrivano i Car Wash Rock Band. Buon ascolto.